sporthandi

Sport d'acqua

Nuoto | Pallanuoto | Sub | Sci nautico | Vela | Surf | Acqua gym | Nuoto sincronizzato | Kayak | Rafting | Canoa

Sport di terra

Arrampicata | Tennis | Trekking | Scherma | Tiro con l'arco | Tiro a segno | Tennis da tavolo | Equitazione | Pallacanestro | Pallavolo | Golf | Bocce | Judo | Ciclismo | Calcio | Ginnastica artistica | Ginnastica ritmica | Atletica leggera | Corse automobilistiche

Sport d'aria

Parapendio | Paracadutismo

Sport invernali

Sledge-Hockey | Sci | Pattinaggio artistico | Curling | Snow board

Testimonial

testimonial

Area dedicata al Testimonial di SportHandI: Andrea Chiarotti.

Newsletter

Personaggio del mese

persona

Ultime da Sporthandi

porte aperte

15 e 16 maggio 2004: Festa nautica del litorale francese! In occasione della festa il Surf Club 'St Gilles Croix de Vie' (Vendée) organizza una giornata 'porta aperte' al surf: approccio, incontri e mostre. Sarà presente inoltre lo stand Handisurf, uno spazio dedicato ai disabili che vogliono provare l'ebrezza delle onde ed avvicinarsi a questo meraviglioso sport.

Dal 26 marzo al 4 aprile 2004 si tiene la grande fiera campionaria "Primavera" presso la Fiera di Genova. Per l'occasione verrà fornito un servizio di accoglienza per i visitatori con difficoltà a camminare, che potranno infatti utilizzare liberamente gli scooter elettrici a quattro ruote messi loro a disposizione per una visita della Fiera in tutta comodità. Le informazioni sulle caratteristiche di accessibilità degli spazi espositivi saranno fornite attraverso una speciale piantina, distribuita gratuitamente presso lo specifico punto di accoglienza.

News dal territorio

11/12/2010: È all’aeroporto di Torino Caselle, nell’area partenze, a destra del controllo doganale. Occupa una superficie di 72 metri quadrati ed è aperto tutti i giorni dalle 6 alle 20. Al taglio del nastro sono intervenuti il presidente del TOROC Valentino Castellani, il direttore generale Paolo Rota, il direttore Marketing Nevio Devidé, il responsabile Licensing Lorenzo Giorgetti e il general manager de The Nuance Italia Claudio Poltera.«Gli Olympic Store – ha detto il direttore generale Paolo Rota – sono un punto di vendita ma soprattutto un canale di comunicazione importante per la promozione di Torino 2006. I prodotti griffati Torino 2006 contribuiranno a fare crescere la “voglia di Olimpiadi” e permetteranno a tutti di sostenere Torino 2006 e lo sport olimpico italiano acquistando una felpa, una giaccavento, un capellino, una borraccia o una spilla».Nell’Olympic Store si possono trovare tutti i prodotti a marchio esclusivo Torino 2006, realizzati attualmente da otto licenziatari, ai quali se ne aggiungeranno altri nel corso del 2004. In totale, entro il 2006, saranno otto i negozi a marchio Torino 2006: nel centro di Torino, al Lingotto, nei padiglioni di Atrium in piazza Solferino e all’aeroporto di Caselle, a Milano Malpensa e Roma Fiumicino, a Sestriere e a Bardonecchia.

Surf

In attesa di reperire materiale sulla pratica del surf in Italia, riportiamo le informazioni che ci sono state fornite dalla Federazione Francese di Surf, sezione Handisurf, che ringraziamo. La pratica del surf per portatori di handicap è iniziata dapprima con dei casi isolati: Terrpy Smith ha sperimentato il longboard in tandem con i paraplegici, e Doc Brydon Lowdon in California ha lavorato con bambini asmatici. Nel 1997 l'Anglet Surf Club e il Vieux Boucau Surf Club portano avanti un programma di studio, animazione e informazione con lo scopo di avvicinare i portatori di handicap alla pratica del surf, in collaborazione con altri enti. Inizialmente sono stati utilizzati dei bodyboard, per poi andare a progettare accessori specifici, quali i benboards, e materiali a seconda della patologia presentata dagli atleti, in modo da garantire condizioni di sicurezza e confort. A tutt'oggi i responsabili handisurf hanno lavorato con circa 120 atleti che presentano le seguenti patologie: paraplegia, handicap mentale, spina bifida, miopatia, politraumatismi.La Federazione Francese in collaborazione con i club ed altri enti sta portandoi avanti corsi e studi in modo da migliorare i supporti e la tecnica, per venire incontro a tutti gli atleti che vogliono praticare il surf.

Percorso avventura

SPORTHANDI, in collaborazione con Endel e Palestra Olympia, presenta il primo 'Percorso avventura' per disabili e normodotati in occasione della Festa di Inizio Estate. Venite a provare il ponte tibetano, la teleferica e la parete d'arrampicata presso p.zle Ollivet in frazione San Giovanni, Luserna San Giovanni (TO). Saremo presenti sabato 28 giugno dalle ore 16.00 e domenica 29 alle ore 17.00 per l'inaugurazione ufficiale La ditta Endel sarà inoltre presente per tutta la durata della festa, fino a giovedì 3 luglio, per le dimostrazioni del 'percorso avventura' dalle ore 19.00.

CPARACADUTISMO

Nonostante sia uno 'sport estremo', il paracadutismo è in realtà una pratica sportiva emozionante e divertente, sicura ed accessibile a chiunque, anche ai portatori di handicap. Ci vuole soltanto l'assistenza di istruttori qualificati che guidino il novello paracadutista disabile per un volo in tandem in piena sicurezza. In Italia il primo lancio è stato fatto nel 1999 a Milano, e da allora gli atleti che si sono lanciati sono molti e presentano patologie differenti: polio, spina bifida, paraplegia, amputazioni.

Sport per persone disabili- cose che non sapevi!

A volte crediamo erroneamente che alle persone affette da disabilità, vuoi a causa di uno sfortunato incidente, vuoi come difficoltà sorta fin dalla nascita, siano automaticamente preclusi tanti piaceri delle vita. Invece dovremmo iniziare a pensare che, a dispetto di ostacoli e impedimenti, tali persone devono riuscire a trovare uno spazio per potersi realizzare pienamente, praticando, seppur in maniera differente o con il sostegno di altre persone, quei gesti quotidiani a cui troppo spesso noi diamo poca importanza.

É questa l'ottica che sta alla base di quelle persone che, pur essendo diversamente abili, hanno deciso di continuare la loro vita facendo tutto quello che li appassiona. Anche quando parliamo ad esempio di sport!L'attività sportiva infatti rappresenta una grande valvola di sfogo capace di allentare stress e tensione, e altresì è un modo per non lasciarsi abbattere dalle difficoltà che la vita ha deciso di mettere lungo la strada di ciascuno di noi. Lo sport aiuta a rafforzare diverse abilità e capacità motorie, permette di socializzare e capire cosa significa sentirsi parte di una squadra, insegna i concetti di grinta, impegno, dedizione e costanza.

Certamente a livello mediatico e nazionale, i Giochi paralimpici hanno saputo accattivarsi l'attenzione di una grande fetta di pubblico amante dello sport, e hanno saputo dimostrare come alcuni ostacoli, apparentemente insormontabili, possono invece trovare una soluzione vincente e propositiva. Forse non tutti sanno che il primo avvio delle discipline sportive per disabili venne fatto nella prima metà del '900, a Parigi, con delle competizioni dedicate alle persone affette da sordità. In realtà però, il merito del processo che avrebbe poi portato alla creazione dei Giochi spetta a Ludwig Guttman, che negli anni '40 ribadì più volte i benefici dello sport sulle persone affette da disabilità. Successivamente venne concesso di gareggiare anche a coloro che soffrivano di disabilità fisiche o psicomentali, suddivisione rispettata ancor' oggi.

Tra i tanti sport che rientrano dentro a questo grande avvenimento ricordiamo per esempio la pallacanestro in carrozzina, l'atletica leggera paralimpica, il paraciclismo, il goalball, la scherma in carrozzina e molte altre ancora. Ovviamente, è sempre un piacere osservare il talento e la forza d'animo dimostrata dai giocatori durante le varie partite e gare ufficiali, magari presenziando a qualche evento importante in compagnia di una escort italiana dal http://www.escortforumit.xxx. Oltre ai Giochi, non dobbiamo dimenticarci che esistono tantissime associazioni sparse lungo tutto il territorio italiano che promuovono diverse discipline sportive, sia a livello amatoriale che agonistico, e che cercano di rendere la disabilità uno strumento di forza da cui poter trarre determinazione ed energia per dare il meglio di sé, sempre.

Ad esempio interessanti sono le attività organizzate da gruppo SportABILI per quando riguarda gli sport invernali, ed in particolare lo sci; o ancora, coloro che amano nuotare si possono rivolgere all' A.N.P.Ha Onlus, mentre chi predilige le arti marziali potrà praticare judo grazie all'associazione milanese La Comune. Insomma, lo sport unisce e rimane vicino a tutti, non facendo distinzioni di alcun tipo. Basta non scoraggiarsi e credere che dal dolore e dalla sofferenza può sempre scaturire una passione, una gioia e un sorriso.

SPORTH Informa

  • comuni
  • assistenza
  • consulenze
  • convenzioni

PARLIAMONE...

EVENTI

  • incontri & dibattiti
  • gare
  • feste
  • spettacoli
  • manifestazioni sportive
  • teatri
  • cinema
  • mostre

CURIOSITA'

  • ritrovi
  • news dal mondo sportivo
  • agevolazioni fiscali

SPORTH Lavoro

  • richieste
  • offerte

PARTNERS

  • links